Lazio, Curva Nord squalificata per cori razzisti

E’ stata squalificata per un turno, ma con la condizionale, la Curva Nord della Lazio. Durante la partita di ieri sera infatti il settore dove si annidano i supporter più caldi dei biancocelesti hanno inneggiato cori razzisti che hanno portato il Giudice Sportivo a decidere per la squalifica del settore. I collaboratori della Procura Federale hanno infatti presente che a più riprese (al 2’, 13’, 23’, 32’, 35’, 39’, 42’ e 45’) sono stati rivolti cori ingiuriosi e di chiara discriminazione razziale nei confronti dei calciatori del Genoa: in particolare di Niang e di Edenilson.

Secondo gli ispettori a rivolgere cori sarebbe stata almeno la metà del settore che può contenere ben 7.770 sostenitori della squadra di Pioli. Il Giudice Sportivo ha deciso per l’applicazione della condizionale “…disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella comminata per la nuova violazione”, si legge nella nota. Lazio che è stata sanzionata anche con 15mila euro di multa perché i suoi tifosi hanno inneggiato cori di discriminazione territoriale contro i napoletani.

Leggi anche: