Lazio-Inter, il ricordo del 5 maggio 2002 (Video)

La prossima sfida di campionato tra Lazio e Inter richiama alla mente una delle pagine più tristi della storia nerazzurra. Il 5 maggio 2002, una data che i tifosi interisti non dimenticheranno mai. Era l’ultima giornata della Serie A 2001/2002, e la classifica recitava Inter 69, Juventus 68, Roma 67. Quel 5 maggio la squadra di Massimo Moratti giocava all’Olimpico di Roma in un clima surreale, con entrambe le tifoserie (gemellate) pronte a festeggiare lo scudetto dell’Inter. Nessuno avrebbe potuto immaginare un esito diverso. La Juventus giocava ad Udine e la Roma a Torino.

Dopo soli 2 minuti di gioco al Friuli di Udine la Juventus va in vantaggio con un gol di David Trezeguet, e costringe l’Inter ad iniziare a fare sul serio. I nerazzurri rispondono poco dopo, quando un gol di Christian Vieri porta in vantaggio la squadra di Hector Cuper e regala virtualmente lo scudetto. Sugli spalti si festeggia, sia i tifosi laziali che i tifosi interisti assaporano la vittoria. Peccato però che al 19′ del primo tempo ci pensi Karel Poborsky a rovinare la festa ai propri tifosi, realizzando la rete del pareggio e ricevendo fischi dalle tribune. Intanto la Juventus viaggia tranquilla ad Udine raddoppiando con Alessandro Del Piero.

vieri lascia il campo.bramba

L’Inter non si perde d’animo e già al 23′ trova il gol del 2-1. Questa volta è Luigi Di Biagio ad insaccarla di testa su calcio d’angolo. L’Olimpico esplode di gioia e sembra tutto facile per la squadra di Milano. Ma i tifosi nerazzurri non hanno preso in considerazione il pericolo Vratislav Gresko. Con un errore sciagurato il terzino slovacco, sul finire dei primi 45 minuti, regala il pallone a Poborsky che non esita a mettere dentro il pallone del 2-2. Olimpico ammutolito.

Nella ripresa l’Inter scende in campo impaurita, senza lo stesso piglio del primo tempo. Ed allora è la Lazio a segnare la terza rete, con il gol dell’ex di Diego Simeone di testa. Il “Cholo” preferisce non esultare per i suoi trascorsi in nerazzurro, ma rovina definitivamente i sogni scudetto ai tifosi interisti. L’incubo inizia ad avverarsi. Cuper in panchina è incredulo e continua a fumare dal nervosismo, Moratti in tribuna non crede ai suoi occhi.

L’incubo si materializza pochi minuti più tardi, quando Simone Inzaghi segna la quarta rete che chiude definitivamente i giochi. La Juventus è Campione d’Italia. Intanto anche la Roma vince a Torino per 1-0 e l’Inter scivola addirittura al terzo posto. Un impassibile Vieri e al suo fianco le lacrime di Ronaldo in panchina sono ciò che rimane di quella giornata tragica (dal punto di vista sportivo), per l’Inter.

Ecco i gol di Lazio-Inter del 5 Maggio 2002

TUTTO SU LAZIO-INTER

Leggi anche –> Lazio-Inter, storia del gemellaggio tra i tifosi

Leggi anche –> Lazio-Inter, tutti gli ex delle due squadre