Lazio-Inter: l'Inter perde Taider, ma ritrova Alvarez. Milito dal primo minuto?

Il campionato è ormai alle porte. Mancano solo due giorni e si ritornerà, finalmente, al calcio giocato, con un occhio al mercato di riparazione che, da oggi, apre ufficialmente i battenti. L’Inter affronterà la Lazio, all’Olimpico di Roma, lunedì 6 alle 18.30, chiudendo così la diciottesima giornata di Serie A. Mazzarri ha ritrovato ieri la squadra al completo, con il ritorno dei sudamericani.

Tra esercitazioni tecniche, sedute di possesso palla e lavoro aerobico, ad Appiano Gentile si lavora con l’obiettivo di smaltire panettoni e pandori e recuperare velocemente la forma per essere pronti alla sfida in trasferta contro la Lazio, il giorno della Befana. Il tecnico di San Vincenzo dovrà fare a meno di Taider, fermatosi per una lesione all’adduttore sinistro, durante la seduta di allenamento di ieri. È previsto uno stop di almeno 15 giorni per il giocatore algerino che verrà, a questo punto sostituito, molto probabilmente da Kovacic.

Mateo Kovacic InterIl croato si giocherà così la sua chance al rientro dalle festività. Mazzarri e tutta l’Inter contano molto su di lui. Le sue grandi qualità non sono in discussione, ma Mateo Kovacic dovrà, in questa seconda parte di stagione, dimostrare di essere all’altezza della fiducia e della stima che i suoi compagni e il tecnico di San Vincenzo gli stanno dimostrando. In difesa, l’allenatore nerazzurro non avrà Campagnaro, fuori per squalifica. Rolando, Ranocchia e Juan Jesus saranno certamente i tre della retroguardia difensiva. Mazzarri riabbraccerà anche Alvarez che, squalificato ingiustamente durante il finale della sfida col Napoli, ha saltato anche il Derby.

In attacco, sicuramente, ci sarà il solito Palacio che ha terminato l’anno con uno splendido goal di tacco che ha mandato all’Inferno il Milan di Allegri. A questo punto, c’è da capire quante siano le possibilità di vedere in campo dal primo minuto anche il Principe, Diego Milito che, convocato certamente, dal suo allenatore, potrebbe anche iniziare l’anno nuovo con la prima da titolare. L’attaccante sta bene. Si allena ormai regolarmente da qualche tempo e, durante, queste feste trascorse in Argentina non ha smesso un solo giorno di faticare per tornare al meglio. La marea nerazzurra è pronta a riaccogliere il suo Principe, certa che con un Diego in più l’Inter possa davvero lottare per raggiungere il terzo posto. Il tecnico toscano ha più volte ribadito che, nelle sue intenzioni, da sempre, c’era stata la volontà di giocare con due punte, affiancando a Palacio – che fino ad ora ha giocato come prima punta, pur non essendolo di fatto – un attaccante fortissimo come Milito.

Rodrigo-PalacioPurtroppo, dopo il lungo infortunio che ha tenuto l’argentino fuori da campi di gioco per più di sette mesi, Milito e l’Inter non sono stati fortunati e l’argentino si è dovuto fermare di nuovo, ad Ottobre. Adesso che il Principe è di nuovo arruolabile, Mazzarri potrebbe finalmente scoccare dal suo arco la freccia più velenosa, nel momento più importante della stagione. Non possiamo dire con certezza che Milito giocherà dal primo minuto contro i biancocelesti, ma di certo troverà spazio nel corso della partita e, siamo certi che, se non sarà in questa partita, presto lo vedremo accanto a Palacio nello schema a due punte che ha in mente mister WM. Su Diego si riversano gran parte delle speranze dell’Inter che, sa bene, che se l’argentino tornasse ai suoi livelli, i nerazzurri avrebbero in casa quell’attaccante fortissimo che stanno cercando e che è in grado di far fare il salto di qualità alla squadra.

TUTTO SU LAZIO-INTER

Leggi anche -> Lazio-Inter: Precedenti e Statistiche in Serie A

Leggi anche ->  Lazio-Inter: Tutti gli ex delle due squadre

 Leggi anche ->  Calciomercato Inter: le trattative in atto sul fronte attaccanti