Lazio-Roma 1-2, Pioli: “Garcia è stato scorretto”

Alla fine dei 95 minuti, la Lazio capitola all’Olimpico contro i cugini giallorossi. Nel post-partita, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport il tecnico biancoceleste Stefano Pioli, che ha commentato così la sconfitta odierna: “La Roma si è difesa molto bene, ma la partita siamo riusciti a farla nei limiti del possibile. Una partita difficile, equilibrata, che sarebbe dovuta finire con un risultato diverso. Abbiamo pagato una disattenzione a caro prezzo e abbiamo perso l’opportunità di chiudere il discorso Champions con una giornata d’anticipo. Felipe Anderson? Sicuramente non è il giocatore di qualche mese fa e ogni tanto se ne accorgono anche i compagni. Noi, però, dobbiamo costruire delle basi solide sul gruppo, perchè solo così aiuteremo i singoli a tirar fuori tutte le loro qualità. La Lazio è sempre stata in partita, abbiamo preso gol nell’unica ripartenza della Roma e dispiace aver buttato all’aria la sfida di oggi.”

Ora la corsa Champions si fa più difficile, perchè i biancocelesti si giocheranno a Napoli, nello scontro diretto contro l’undici di Benitez, la possibilità di consolidare il proprio terzo posto: “Andremo a Napoli con lo spirito giusto, anche se dovremo prima smaltire questa doppia grande delusione, tra la sconfitta in Coppa Italia e quella di oggi, entrambe immeritate. Abbiamo due risultati su tre, quindi dobbiamo giocarcela con serenità, consapevolezza dei propri mezzi e sapendo di dover puntare dal primo minuto alla vittoria.”

Alla vigilia Garcia aveva lanciato frecciate “poco carine” a tecnico e società laziali, riguardo al rinvio del match, in seguito alle lamentele di Lotito: “Ho trovato scorrette e non pertinenti le dichiarazioni di Garcia. Io ho il desiderio di andare all’estero, per imparare una nuova cultura calcistica, ma vedo che quando gli allenatori stranieri vengono in Italia, diventano peggio di noi.”