L'insopportabile esibizionismo di Mauro Icardi: è mediocre il calcio o i calciatori?

Partiamo da un presupposto: si, è vero, Icardi è un ottimo calciatore e ha contribuito in maniera fondamentale alla vittoria del Ferraris contro la sua ex squadra. Detto questo, però, cerchiamo di entrare in un ragionamento leggermente più sottile ma evidentemente necessario per capire l’entità, la provenienza e soprattutto le ragione del boom mediatico del “fenomenoIcardi (sottinteso che per fenomeno non si vuole intendere la caratura del calciatore, ma l’incredibile tram-tram su network e social network provocato dal noto triangolo amoroso).

La domanda è “Ma questo calcio italiano è veramente così mediocre?“, o meglio “Siamo sicuri che sia il calcio ad essere mediocre?“. Insomma negli ultimi mesi il mondo pallonaro si è sentito attratto dalla diatriba Lopez-Icardi più che dalla lotta scudetto tra la Juventus e la Roma. I discutibili costumi della showgirl argentina Wanda Nara hanno fatto ombra all’impressionante rullino di marcia di Garcia e Conte, le ricerche sul web si sono incentrate sugli intrighi e i tradimenti tra Maxi Lopez e la ex moglie, consegnado al calcio italiano un’accezzione che ci riporta più alla Soap Opera che allo Sport. E dunque ribadiamo: è il calcio ad essere mediocre, o alcuni dei suoi fruitori lo sono ? E’ mediocre la doppietta di Icardi, talento cristallino del calcio italiano, o è mediocre la sua esultanza?

Si perchè nel corso degli anni abbiamo visto decine e decine di calciatori fischiati e insultati dagli spalti, eppure nessuno di loro (o per lo meno, quasi nessuno) si era mai permesso di andare ad istigare i propri ex tifosi sotto la loro curva. Questione di coraggio? No semplicemente maleducazione, o se volete, palese immaturità. Per una lezione di stile contattare Pirlo Andrea ore pasti, ma si badi bene, lui in settimana non twitta, lavora.

Leggi anche –> Sampdoria-Inter 0-4, Costa a Icardi: “Sei un figlio di pu…” (video)

Leggi anche –> Sampdoria-Inter 0-4, il video dell’esultanza di Icardi dopo il gol