Lippi a Tuttosport: "Juve, attenta all'Inter"

“Juve, attenta all’Inter di Mancini”. Marcello Lippi, nella seconda parte dell’intervista a Tuttosport, si è soffermato sulla prossima sfida di campionato contro l’Inter, in programma il 6 gennaio allo Juventus Stadium alle ore 21.00. Il tecnico di Viareggio ha avuto parole di elogio per la compagine nerazzurra ma soprattutto per Roberto Mancini, da metà novembre tornato sulla panchina della squadra milanese.

Sarà una grande partita, anche di grande fascino, esordisce Lippi, che aggiunge: “Una grande sfida anche in panchina, perché Mancini ha già dato una svolta all’Inter, che ora sta crescendo come squadra, anche se alterna ancora momenti buoni ad altri meno, ma si vede che ora c’è più entusiasmo, e ci sono nuove motivazioni. Il secondo tempo con la Lazio, per esempio, è stato notevole per la reazione”.

Quindi prosegue: “Questa nuova Inter va presa con le molle, è temibile, anche se ancora discontinua. La sfida con la Juve sarà molto importante per la classifica di entrambe e per l’aspetto psicologico dei nerazzurri, in particolare. Perché l’Inter può ancora benissimo lottare per il terzo posto in campionato, dove è tutto aperto”.

Gli viene chiesto se l’Inter può battere la JuveSì, anche se la Juve è più forte, in questi mesi è cresciuta molto ed ha più personalità, lo si è visto contro l’Atletico Madrid. In casa, contro una delle formazioni migliori d’Europa, ha giocato con una padronanza tale da lasciar pensare che questa Juve possa ancora migliorare, nei prossimi mesi, sia per mettere le mani sullo scudetto, sia per continuare a far strada in Champions”

Per chiudere, un pensiero su Pirlo: “Se si potesse dare una Pallone d’oro tutto italiano, beh, lo darei proprio ad Andrea”.

Leggi anche: Lippi a Tuttosport: “Juve favorita per lo scudetto”

Leggi anche: Capello a Tuttosport: “Solo la Juve competitiva in Champions”