Lippi alla Gazzetta: "Superiorità tecnica della Juve imbarazzante in Italia"

“La superiorità tecnica della Juve in Italia è imbarazzante“. Così Marcello Lippi nell’intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport,  di cui calcionow.it vi propone in questo articolo la seconda parte, in cui l’ex tecnico della Juventus ha parlato di vari argomenti, dal calciomercato dei bianconeri allo scandalo Fifa, passando per Buffon ed Ancelotti.

Partiamo dal calciomercato della Juve:Non so se Pogba andrà via, ma se la Juve vuole costruire su di lui non lo lascerà; come dice Allegri però deve essere più concreto e meno lezioso” . Sul neo-acquisto Dybala:  “E’ geniale,  non ha un grande fisico, ma è forte, resistente, e ha un piede col quale fa tutto. Prima o seconda punta, un grande giocatore”. Su Berardi e Zaza: Mi piacciono molto, e mi piace la filosofia del blocco italiano.  Le squadre con 11 stranieri di 5 continenti non possono avere lo stesso senso di appartenenza. Scommetto che alcuni neanche sanno dove si gioca domenica. Gli stranieri sono importanti, ma Buffon, Pirlo e gli altri trasmettono valori fondamentali”.

Grandi parole di stima per Ancelotti: “È il migliore al mondo. Nessuno ha la sua esperienza in campo e in panchina. Saggio, preparato, simpatico, dialoga e gestisce campioni come nessuno. Non andrebbe in Champions: ma uno che ne ha vinte così tante può concedersi un progetto legato a un rapporto personale”. Sulla Nazionale: “Ho parlato con Conte, è motivato nonostante le difficoltà del campionato, i pochi selezionabili, ma tutti rispondono con entusiasmo alla sua chiamata”.

Una parola per Gigi Buffon: “Non so quanti siano al vertice da vent’anni,. è di nuovo in finale di Champions dopo 12 anni. La Serie B dopo il Mondiale, la ricostruzione con la sua esperienza e il suo carisma. Ci sono fenomeni come Messi e Ronaldo, ma Buffon meriterebbe un riconoscimento. Come lo meritava Maldini.  Infine, sullo scandalo Fifa: ” Forse le riforme non servirebbero soltanto in Italia ma anche in altre istituzioni mondiali”.

Leggi anche: Finale Juventus-Barcellona, Lippi: “I bianconeri devono crederci”