Livorno-Milan, Allegri in Conferenza Stampa: "Non dobbiamo subire gol"

Vigilia di campionato per il Milan che domani, nell’anticipo delle ore 18.00, si troverà ad affrontare allo stadio “Armando Picchi” il Livorno. Sfida importante per i rossoneri per cercare, dopo le due vittorie consecutive ottenute contro il Celtic in Champions e contro il Catania in campionato, di proseguire il cammino stagionale su questa nuova strada.

Parla di questo Massimiliano Allegri nella conferenza stampa di presentazione del match Livorno-MilanLa squadra sta meglio fisicamente e mentalmente. Chiaro, le vittorie ci hanno fatto aumentare l’autostima ma non dobbiamo pensare troppo lontano. Abbiamo fatto una sola vittoria in trasferta. Dobbiamo restare con i piedi per terra, nel calcio non si può dare mai nulla per scontato. Una settimana fa eravamo morti e sepolti, ora pare che abbiamo risolto tutti i problemi”.

Quindi passa ad esaminare la partita contro il Livorno: “Domani è importante, ci permetterebbe di fare un saltino in classifica. Il Livorno è difficile da affrontare, quindi la squadra deve pensare solo a domani. In 14 partite abbiamo preso gol, tranne in tre occasioni: dobbiamo migliorare assolutamente su questo, perché se non subisci gol mal che ti vada fai 0-0. Sul piano tattico il Livorno non concede molti spazi e hanno ottimi contropiedisti. Bisognerà essere pazienti e dare una buona intensità alla gara”.

Scioglie quindi alcuni dubbi di formazione: “Domani sulla destra come terzino gioca o De Sciglio o Poli, i centrali saranno Mexes e Zapata”. Sugli infortuni, invece, dice: “Gli infortuni incidono molto. Guardate il Barcellona senza Messi, Dani Alves e Valdes: è sempre meglio avere tutti i giocatori a disposizione. Da mercoledì ci saranno Abate e Muntari, Pazzini è sulla via del ritorno. Silvestre è l’unico fuori con Constant che è affaticato e ho preferito non forzare.Avere tutti a disposizione è una bella cosa e stimolante”.

È tornato a disposizione di Allegri e ha giocato già a Catania qualche minuto Stephan El Shaarawy: “A Catania ci ha messo buona intensità. e potrà solo che migliorare”; su Kakà dice: “È importante dentro e fuori dal campo, mi reputo fortunato ad averlo in squadra”.

Stephan El Shaarawy

Si sofferma su Balotelli che nelle ultime partite sembra essersi ritrovato, riuscendo anche ad andare a rete, pur rimanendo al centro di alcuni episodi spiacevoli : “Credo che, rispetto alle potenzialità che ha, debba fare molto di più, ma è sulla strada giusta. Ultimamente Balotelli è molto sereno in campo. L’ho tolto domenica perché era stanco, era un momento del match in cui si potevano prendere delle botte e gliele ho evitate”.

Parla, poi, degli obiettivi del Milan in questa stagione: “In questo momento parlare di terzo posto è molto difficile. Noi comunque dobbiamo puntare sempre in alto. Lavoreremo tutti i giorni per questo. Non siamo in una posizione di classifica che ci compete, per questo dobbiamo riscattarci e fare un saltino in classifica. Dobbiamo agguantare il prima possibile il sesto posto, una volta arrivati lì capiremo qualcosa in più”.

Catania Milan

Conclude, infine, dicendo la sua sui tifosi e sulle contestazioni dopo la partita contro il Genoa: “I tifosi in questi anni sono stati sempre vicini alla squadra, ci hanno sempre aiutato molto. Era normale che dopo Genoa ci fosse malumore, eravamo arrabbiati anche noi. Di questa squadra tutto si può dire ma non che non ci si metta sempre l’anima. È normale che i risultati condizionino i giudizi”.

Leggi anche-> Mondiali 2014: Sorteggio calendari in tempo reale

Leggi anche-> Livorno-Milan: probabili formazioni 

Leggi anche-> Livorno-Milan: tutti i numeri delle due squadre