Livorno-Pontedera 1-1: le parole di Foscarini

Finisce con il risultato di 1-1 il derby toscano del Gruppo A di Lega Pro tra Livorno e Pontedera. Andiamo a vedere le dichiarazioni del tecnico degli amaranto a fine partita.

Nel momento migliore per i labronici, ecco che arriva il gol degli ospiti che chiama il Livorno alla reazione, arrivata nel secondo tempo con il pareggio centrato a 13′ minuti dal triplice fischio. Andiamo a vedere le parole di Foscarini in conferenza stampa.

Ha parlato a fine partita il tecnico dei labronici dopo i mancati 3 punti che hanno interrotto la striscia di 3 vittorie consecutive, analizza così il match il tecnico degli amaranto: “La squadra inizialmente era contratta, sentiva il peso della partita. I ragazzi dovevano cercare di muoversi di più, il nostro gioco è quello di aprire le squadre avversarie e stasera, frutto anche di un bel lavoro difensivo del Pontedera non ci siamo riusciti. Avrei voluto qualcosa di più da Luci e Marchi, volevo che aprissero meglio il gioco. Comunque, dopo il gol subito abbiamo avuto una grande reazione e siamo riusciti a trovare il pareggio contro una squadra che si difendeva tutta sotto la linea del pallone”.

Su Lambrughi, che non ha effettuato la diagonale sul vantaggio degli ospiti: “Lo abbiamo incitato dalla panchina, spesso si dimentica di effettuare la diagonale e di andare a chiudere in fase difensiva, come sul gol del vantaggio del Pontedera”.

Sul cambio di Maritato che ha poi segnato il gol del pareggio: “Maritato, non credo avesse una condizione tale da poter permettere il suo utilizzo dal primo minuto, nel 3-5-2, difficilmente andavamo al cross, con l’ingresso di Maritato siamo passati al 4-4-2 e Murilo che prima agiva da punta centrale, è passato a destra e così abbiamo sfruttato le caratteristiche di Maritato che nel modulo precedente non avremmo sfruttato”.

Sulle “trappole” del Pontedera, il buon gioco difensivo degli ospiti: Ci sono inciampato, mi sono anche rialzato perché abbiamo centrato il pareggio, avessimo perso avrei detto il contrario. Sapevamo che giocavano con i due marcatori centrali e con le due punte di velocità pronte al contropiede. Dovevamo soltato essere un pò più cattivi. Certo, se il palo di Lambrughi, appena 3′ minuti prima del loro gol fosse entrato, adesso, parlavamo di un’altra partita.”

Livorno-Pontedera 1-1: Cronaca e Tabellino (Lega Pro 2016-17)