Lo Monaco Contro i Giornalisti: “Lette demenzialità”

Pietro Lo Monaco contro i giornalisti: “Ho letto demenzialità. Facile criticare per distruggere”

Questo pomeriggio Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti a Torre del Grifo in occasione della conferenza stampa. Prima di trattare i vari argomenti relativi all’andamento della squadra in campionato, al calciomercato ormai alle porte e al prossimo match contro il Cosenza, il dirigente dei rossazzurri ha voluto fare una precisazione su quanto letto negli ultimi giorni.

In particolare Lo Monaco ha commentato un articolo nel quale si parlava della sua uscita dal Massimino prima del fischio conclusivo di Catania-Vibonese: “Negli ultimi tempi ho letto qualcosa che non sono riuscito a digerire. Chi ha vissuto le vicende del club ha acquisti qualcosa di negativo. Il Catania adesso è in Lega Pro, affronta squadre come Vibonese, Foggia, Lecce e non si può vincere con il blasone. Oggi c’è un nuovo mezzo di informazione, quello dei social, che io odio, da un punto di vista della professionalità è devastante. Diamo modo a chiunque di non avare rispetto per questo mondo. Oggi ho letto un articolo di una testata nel quale scrivevano che io sarei andato via durante Catania-Vibonese perché insoddisfatto. Chi scrive deve sapere che ciò che scrive poi viene letto e non può dare notizie false”.

Lo Monaco critica in particolare quei giornalisti che alimentano il malcontento popolare, senza pensare alle dirette conseguenze che tutto ciò può provocare: “È una situazione che sta diventando un deterrente per la crescita, però sono abituato a difendere il territorio e il Catania: noi abbiamo una strada da percorrere, chi si diverte e usa inopinatamente la penna per dire di tutto e di più non può non aspettarsi che il Catania difenda il suo territorio. Il sentimento popolare è negativo e allora tutti si sentono in dovere di dire la sua in negatività. Così non si va da nessuna parte. La situazione del Catania è nota a tutti, siamo fieri di quello che siamo, combattiamo e andiamo avanti per la nostra strada. Leggere di demenzialità, però, è una follia. Penso che il compito di un giornalista – conclude l’amministratore delegato del Cataniasia quello di riferire, o si fa i giornalisti o si fa il tecnico, vedo troppo lassismo sotto questo aspetto”.

Biglietti Cosenza-Catania: Prezzi e dove acquistarli