L'Orlando City chiama Kakà: "Siamo pronti, ti aspettiamo"

Nonostante Ricardo Kakà abbia ribadito la volontà di restare al Milan, la sua possibile cessione rischia di diventare uno di quei tormentoni che poco soddisfano i tifosi rossoneri e che potrebbe nel corso dei prossimi mesi diventare realtà. Adriano Galliani è stato chiaro, Kakà può partire: il mancato raggiungimento della Champions League, infatti, svincola il brasiliano dal Milan per via di una postilla presente nel contratto firmato dal giocatore al suo arrivo o ritorno, come meglio credete, in rossonero.

Tali dichiarazioni hanno messo in movimento il mercato e Kakà ha iniziato a ricevere i primi messaggi e tanti apprezzamenti. Tra questi quelli del presidente dell’Orlando City, squadra militante nel campionato americano MLS, Philip Rawlins che si dice pronto ad accogliere il brasiliano in qualsiasi momento e affida il suo pensiero a Twitter : “We’re ready when you are Ricardo” (Saremo pronti quando lo sarai tu Ricardo).

Parole chiare che non lasciano spazio a dubbi, ma che mettono un po’ di amarezza nei tifosi rossoneri che si ritrovano nella scomoda posizione di quando, nell’ormai lontano gennaio 2009, Kakà corteggiato dai maggiori club europei esprimeva la sua volontà di rimanere, volontà poi venuta meno a giugno quando vinse quella del Milan di cederlo. Un film già visto, ma ci si chiede: questa volta l’epilogo potrebbe essere diverso?

Leggi anche-> Kakà: “Il futuro? Pensiamo al presente”

Leggi anche-> Galliani: “Senza Champions Kakà può andare via”