Lotito indagato, tentata estorsione a Iodice dell’Ischia

Claudio Lotito è ufficialmente indagato dalla procura di Napoli, che ha aperto un’inchiesta per tentata estorsione dopo la famosa telefonata col ds dell’Ischia Isolaverde Iodice. La procura ha incaricato la Digos di eseguire perquisizioni nella sede della Federcalcio e addirittura nell’abitazione del presidente di Lazio e Salernitana. È dunque tentata estorsione il capo di imputazione per Claudio Lotito in seguito alla telefonata a Iodice del febbraio scorso, nella quale il laziale si augurava che società piccole come Carpi e Frosinone non salissero in A per non compromettere la ripartizione dei diritti televisivi.

La telefonata era stata registrata dal ds dell’Ischia che aveva poi anche minacciato Lotito di una denuncia, ma i guai per il numero uno della Lazio arrivano comunque per mano dell’inchiesta coordinata dal procuratore Vincenzo Piscitelli insieme ad un gruppo di sostituiti procuratori. Oltre alla beffa dell’effettiva promozione di Carpi e Frosinone, per Lotito il danno dell’indagine nei suoi confronti.

Leggi anche: