Lotta Salvezza Serie A 2016, il Verona contro il Carpi

VOTA QUESTA NOTIZIA

Si infiamma la lotta salvezza alla vigilia dell’ultima giornata della Serie A 2016, con il Verona contro il Carpi in un botta e risposta.

A 90′ minuti dalla fine del campionato, c’é ancora da sciogliere il nodo salvezza. Il verdetto sulla terza squadra che lascerà la massima serie non é ancora stato emesso, ma al momento sembra essere il Carpi la squadra destinata a retrocedere. Palermo a 36, Carpi a 35, e i rosanero chiuderanno in casa contro il già retrocesso Verona, che, tralaltro, a causa dell’assurdo regolamento dell’ormai noto paracadute, non ha nessun interesse a far retrocedere i siciliani, visto che in quel caso gli scaligeri dovranno rinunciare ad alcuni milioni di euro.

Proprio sul possibile scarso impegno del Verona, il presidente degli emiliani Bonacini ha voluto dire la sua, auspicando regolarità e lealtà sportiva, e allo stesso tempo accusando Zamparini per alcune dichiarazioni di due mesi fa: “Zamparini settimane fa ha in qualche modo accusato il Verona per la sconfitta contro il Frosinone. Mi piacerebbe vedere che domenica, a Palermo, il Verona giocasse come ha giocato col Milan e con la Juve. Fossi il presidente Setti, se mi dicono che il risultato col Frosinone ha aspetti non molto corretti, cercherei di incitare la squadra al massimo”.

E Setti non ha lesinato una risposta dura alle accuse del patron emiliano: “Non accetto e non accettiamo noi come Hellas lezioni di fair-play e di etica calcistica, da nessuno. Noi siamo retrocessi e sappiamo che siamo stati artefici del nostro destino e non abbiamo mai guardato in casa d’altri né tanto meno, pur avendone come tanti avuto l’opportunità di farlo, dubitato di qualcuno. Invitiamo quindi tutti gli altri a farlo facendo parlare solo il campo”. Tra i due litiganti, a godere, potrebbe essere proprio il Palermo di Zamparini, ormai a un passo dalla salvezza.

LOTTA SALVEZZA: ECCO PERCHÉ IL PALERMO NON PUÒ RETROCEDERE