Manchester United, ritorno di Cristiano Ronaldo e niente Juventus per CR7?

Il Manchester United avrebbe presentato un'offerta concreta per il giocatore. I Red Devils sarebbero pronti a ricoprire d'oro l'asso portoghese.

Certi amori sono destinati a fare giri immensi per ritornare all’origine. Potrebbe essere questo il caso dello strano affetto che lega il campione portoghese, Cristiano Ronaldo, e il club del Manchester United.

Le voci che vogliono il portoghese sempre più vicino alla Juventus, con Marotta e Paratici pronti a regalare il grande colpo ai propri tifosi, si susseguono e non cessano. Ma a quanto pare per la Vecchia Signora c’è una concorrente da battere. Infatti secondo il tabloid inglese “The Sun Sport” sarebbe arrivata sul tavolo del patron dei blancos, un’offerta da parte dei Red Devils per l’asso portoghese. La dirigenza dello United avrebbe, dunque, individuato in CR7 l’uomo giusto per rilanciare la propria squadra sia in Inghilterra, che in Europa.

Uno strano triangolo

Ad avallare anche questo ritorno incredibile ci sarebbe una vecchia conoscenza del calcio italiano: ovvero quel José Mourinho che ha allenato CR7 ai tempi del Madrid e che lo rivorrebbe anche con lo United. Dicevamo dunque di due portoghesi che già si conoscono bene e si stimano, a ciò aggiungeteci che hanno entrambi come agente il super procuratore portoghese Jorge Mendes ed ecco che il puzzle si potrebbe comporre facilmente.

L’offerta e il contratto

The Sun Sport” sostiene che i Red Devils abbiamo pronto un accordo di massima con il giocatore, per il quale sarebbe pronto un contratto quadriennale da 30 milioni di euro netti a stagione, cifra che i bianconeri stanno cercando di capire ancora come garantire al cinque volte pallone d’oro. Mendes, subito dopo la sua visita in Italia, volerà a Manchester per parlare anche con la dirigenza dei Red Devils e ascoltare l’offerta e le modalità per compiere questa complessa operazione.

In più vi è quell’affetto che lega Cristiano Ronaldo al Manchester United, club in cui ha militato sei stagioni prima di approdare in Spagna, che potrebbe essere l’arma in più per battere la concorrenza italiana. Di certo vi è una cosa sola: questa sarà l’estate di CR7 e il telefono di Jorge Mendes squillerà con sempre più insistenza, dato che, ad oggi, tutti vorrebbero nella propria squadra il giocatore più forte al Mondo, ammesso che Florentino Perez lo lasci andare via.