Mancini contro Sacchi: “Facile allenare con in squadra i Grandi Campioni”

Non ha ancora del tutto superato la sconfitta in Napoli-Inter Roberto Mancini che, nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, si schiera contro Arrigo Sacchi. L’ex rossonero ha etichettato come “antico” il calcio giocato dai nerazzurri e dunque il modo di far calcio di Mancini. La risposta del tecnico dell’Inter giunge all’indomani della sconfitta del San Paolo: “Nel calcio non esiste il depositario della verità. Non lo è Sacchi e non lo sono nemmeno io”.

Mancini non finisce qui e ancora in risposta a Sacchi aggiunge: “Se avessi avuto in squadra Gullit, Van Basten, Donadoni, Baresi e Maldini e gli altri campioni anch’io avrei giocato un altro calcio”. Non un complimento per Sacchi e neanche per l’Inter di oggi povera, a sentire Mancini, di campioni e calciatori con personalità capaci di conferire valore a squadra e società, trascinandola ai vertici. Certo può anche essere facile allenare con in squadra i grandi campioni, ma non è semplice tenere uniti in un unico gruppo tante personalità diverse e tanti campioni…

[brid video=”21247″ player=”3036″ title=”Il Milan di Sacchi La migliore squadra di sempre”]

Leggi anche: