Maradona difende Suarez dopo il morso: "Luis, siamo con te"

Il morso di Suarez a Chiellini nella sfida persa dall’Italia contro l‘Urugay ha fatto il giro del mondo. Sono state molte le persone che hanno ironizzato sul web per il gesto paragonando l’attaccante del Liverpool ad un vampiro, inoltre il morso dell’uruguagio è sicuramente uno dei gesti più antisportivi della storia dei Mondiali tanto che la Fifa ha deciso di squalificare il calciatore per nove giornate e quattro mesi di stop col suo club, inoltre Suarez non potrà nemmeno avvicinarsi ai campi da gioco nè stare insieme ai suoi compagni di squadra.

Suarez non è nuovo a questi comportamenti dato che si tratta del terzo morso in carriera dopo quelli ad Ivanovic e Bakkal, tuttavia c’è qualcuno che anzichè condannare il gesto preferisce difendere “El Pistolero”, stiamo parlando di Diego Armando Maradona che si è presentato in televisione con una maglietta sopra scritto: “Luisitio, siamo con te”.

El Pibe de oro si è scagliato contro la Fifa dicendo: “non riesco a capire questa decisione, è una vergogna. Chi ha ucciso? Perchè la FIFA non l’ha ancora ammanettato e portato a Guantanamo?.. Suarez ha segnato tantissimi gol e poi lo cacci fuori dai Mondiali? E’ incredibile quanto accaduto a Luis”.

Dunque l’argentino ha continuato la sua polemica contro la Fifa che dura da anni ormai, inoltre Maradona non è l’unico che ha preso le difese di Suarez, infatti l’attaccante è stato difeso anche dal presidente dell’Uruguay, Josè Mijica che ha accusato gli italiani di essere provocatori mentre il capitano della Celese Diego Lugano ha spiegato che i segni sulla spalla di Chiellini erano vecchie cicatrici che sono state ritoccate a Photoshop.

LEGGI ANCHE –> Nigeria-Argentina: scherzo di Lavezzi a Sabella (video)

LEGGI ANCHE —> Camoranesi su Balotelli: “E’ sopravvalutato e non si impegna, mi rode”

LEGGI ANCHE —> Squalifica Suarez: 9 giornate per il morso a Chiellini