Marotta alla Gazzetta: "Aspettiamo Conte a Vinovo"

Nella seconda parte dell‘intervista alla Gazzetta,  Marotta ha parlato di un argomento piuttosto caldo in questi giorni, e cioè quello dei rapporti tra società di club e nazionali. Per quanto riguarda il rapporto tra Conte e la Juventus, Marotta ha affermato: “Aspettiamo Conte a Vinovo“. Ma andiamo con ordine per cercare di capire come sono i rapporti con l’ex allenatore bianconero.

L’ho sentito un mese fa, e abbiamo condiviso l’idea di vederci a gennaio”, esordisce Marotta, che poi aggiunge: “credo che verrà a tro­varci subito dopo la trasferta di Napoli, (11 gennaio, ndr), è il periodo migliore“. Gli viene chiesto se è d’accordo con scelta di fare concludere il 22 maggio 2016 il prossimo campionato. La risposta: “In questo siamo dalla pare di Conte , il c.t. deve avere il giusto tempo per prepa­rare l’Europeo”.

Non c’è la stessa apertura sugli stage:Su questo siamo scettici e qui condivido l’opinione di Lippi, non sono la cosa più importante“. C’è  un dualismo Juve­-Conte? “E’ un falso problema, che ha piacevoli ripercussioni solo per i media. Noi siamo a favore di ogni tipo di collaborazione con la Nazionale, poi certe decisioni devono essere prese dall’assemblea, e la Juve ha un solo voto. Certo, con il campionato a 18 squadre sarebbe tutto più semplice“.

Infine, sulla possibilità che la Nazionale giochi allo Juventus Stadium contro l’Inghilterra: “La FIGC ha chiesto la disponibilità al presidente Agnelli, che l’ha accordata, ora sta a loro decidere, noi saremmo ben contenti di ospitare gli azzurri”

Leggi anche: Marotta alla Gazzetta: “La Juve deve vincere lo scudetto”