Maxi indagine cocaina, coinvolto l'ex Milan Sebastiano Rossi

Guai giudiziari per Sebastiano Rossi. L’ex portiere del Milan, infatti, è indagato perché trovato in possesso di cocaina durante un’indagine avviata dal pubblico ministero di Ravenna, la dottoressa Monica Gargiulo, che sta indagando su un maxi giro di droga che vede coinvolto, oltre all’ex  rossonero, altre 17 persone in tutta l’Emilia Romagna. Rossi sarebbe stato accusato di aver acquistato per sé e per alcuni conoscenti alcune dosi di cocaina da uno spacciatore albanese, fermato pochi giorni fa in un albergo della Riviera adriatica.

Sebastiano Rossi dovrà ora rispondere alle accuse della magistratura ma non sarà la prima volta per lui. L’ex Milan, prima di questa vicenda legata al possesso di cocaina, ha avuto precedenti con la legge nel 2011 quando, in un bar di Cesena, sferrò un pugno ad un carabiniere in borghese. Il patteggiamento con una pena pecuniaria gli risparmiò due mesi di carcere per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Ora, per lui, le cose si fanno più serie.

Leggi anche: