Mihajlovic resta al Milan: Inzaghi, Seedorf e il Calendario lo "salvano"

Dopo la sconfitta dello Juventus Stadium subita dai rossoneri, ci si interroga sulle sorti di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Milan. Infatti, questa sconfitta non è stata digerita dai piani alti societari – ed ovviamente ai tifosi – pur successiva a cinque risultati utili consecutivi. Secondo ciò che scrive stamane La Repubblica –  e ripreso da Milan News – il tecnico serbo resta in bilico però non verrà allontanato.

Il terzo quotidiano d’Italia analizza la situazione rossonera evidenziando i due motivi per cui l’ex allenatore blucerchiato non sarebbe a rischio “licenziamento”: il primo è relativo al calendario. Per niente proibitivo, obbligatorio fare più punti possibili nelle prossime giornate. Dovessero andare male, però, l’esonero pare quasi una certezza.

Il secondo motivo è legato a due ex allenatori del Milan: Pippo Inzaghi Clarence Seedorf. I due, infatti, sono ancora a libro paga della società di Via Aldo Rossi, e questo costringe i rossoneri a non permettersi un ennesimo esonero, quindi un alto allenatore da dover stipendiare da “emarginato”. Insomma, Mihajlovic continuerà ancora ad allenare il Diavolo rossonero, ma con i punti in sospeso. Verrebbe da dire: al Milan, puoi anche infilare vittorie consecutive che una sconfitta ti ridimensiona immediatamente.

Leggi anche: