Milan 2014-2015, Pazzini: "Inzaghi come allenatore? Tanta roba"

Un Giampaolo Pazzini motivato, carico e pronto a dire la sua nella prossima stagione è quello che parla in conferenza stampa a bordo della MSC Splendida, in occasione della consueta Crociera Rossonera. Il numero undici rossonero è entusiasta del nuovo tecnico del Milan, Filippo Inzaghi, e ricorda con una leggere amarezza il passato, sia per via dell’infortunio che gli ha impedito di scendere in campo per lungo tempo, sia per come è finito il progetto di Clarence Seedorf.

“Non ho mai giocato con Inzaghi, ma apprezzo la sua maniacalità. -così Pazzini sul nuovo allenatore del Milan – Bisogna curare ogni dettaglio, è importante. Spero ci sia feeling con lui”. Il Pazzo crede che l’avvento di SuperPippo sulla panchina rossonera possa essere la mossa vincente e possa essergli d’aiuto: “Mi fa piacere essere allenato da chi ha giocato nel mio ruolo in modo incredibile. Avere consigli da Inzaghi per un attaccante è tanta roba. Il Milan deve puntare in alto e credo che nella prossima stagione riusciremo a toglierci delle soddisfazioni”. E sul suo infortunio dice: “E’ stato difficile, pensavo di giocare di più al mio rientro”.

Infine passa all’argomento Seedorf, questione delicata più che mai in questi ultimi giorni, ma Pazzini non si nasconde: “All’esterno non si conoscono tutte le cose che succedono. Non è semplice fare l’allenatore e non è semplice parlare. C’è tanta delusione per come è finita, ma guardiamo avanti e pensiamo a far bene il prossimo anno. Dobbiamo ripartire dal gruppo”.

Leggi anche: