Si sta componendo l’organigramma societario del nuovo Milan 2016/17, ma le vecchie bandiere rossonere stanno disertando questa rivoluzione. Ambrosini è l’ultimo nome.

I risultati di questo avvio di stagione non stanno dando particolari soddisfazioni ai tifosi milanisti, ma oramai è noto che il nuovo Milan dei cinesi inizierà il suo corso almeno da gennaio e per quella data c’è bisogno di costruire un nuovo staff dirigenziale che possa gestire questo nuovo inizio. In questi giorni non sono mancate le polemiche sulla folta presenza di ex interisti tra i papabili ai ruoli chiave della nuova dirigenza rossonera: infatti, sono entrati in società un ex collaboratore nerazzurro come Marco Fassone e forse anche Massimo Mirabelli.

Ci sarebbero tante ex leggende rossonere che i tifosi vedrebbero di buon occhio all’interno del nuovo Milan, ma non sembra facilissimo per Fassone portare qualcuna di queste in società. Ieri Demetrio Albertini ha pubblicato un tweet abbastanza eloquente con uno stemma del Milan e la scritta ”Io non sono interista”, mentre Alessandro Costacurta nel corso della trasmissione Sky Calcio Show ha dichiarato di non voler essere contattato da nessuno. Per Paolo Maldini sembra esserci un misterioso veto che impedisce un suo ritorno in rossonero e, pertanto, sembra restare solamente Massimo Ambrosini al quale non dispiacerebbe ricevere una chiamata dal suo ex club.

Leggi anche: