Milan a Mr Bee: l'Indagine Infront fa saltare la Cessione?

L’indagine sui diritti televisivi che vede coinvolta la società Infront potrebbe far saltare, secondo quanto si apprende dalle pagine della Gazzetta dello Sport, la trattativa relativa alla cessione del 48% delle quote del Milan a Mr Bee Taechaubol. Tra cene e rinvii dunque il tanto atteso closing potrebbe non giungere e la causa principale potrebbe essere riscontrata nell’arresto, per riciclaggio, di Andrea Baroni, fiscalista consulente del thailandese nell’affare che avrebbe portato il broker asiatico a entrare nella società rossonera.

Proprio l’inchiesta Infront, con conseguente arresto di Baroni, potrebbe far saltare l’intera trattativa tra Berlusconi e Mr Bee e le ragioni sembrano essere due: l’indagine della magistratura potrebbe aver generato negli investitori della cordata thailandese una sorta di timore che li potrebbe indurre a rinunciare all’acquisto del 48% delle quote societarie; dall’altro lato le cifre che girano attorno all’operazione relativa alla cessione del Milan paiono troppo elevate. A partire dal valore della società di via Rossi stimato oltre un miliardo, nonostante gli ultimi anni di limbo, al ricavo che i rossoneri dovrebbero avere investendo in Asia con annesso approdo in Borsa. Cifre da capogiro che, visto il legame Infront-Baroni-Milan, pare abbiano suscitato l’attenzione dei pm, irritati per la fuga di notizie relative alla società rossonera.

Leggi anche: