VOTA QUESTA NOTIZIA

Entro fine anno il Milan potrebbe trovare un accordo finanziario con la Uefa: in cosa consiste?

Questioni finanziarie piovono sul Milan che sembra destinato a entrare negli annali come il primo club che richiede un ‘voluntary agreement’ alla Uefa. La notizia arriva da corrieredellosport.it tramite cui si apprende che la società rossonera potrebbe avvalersi di questa pratica per appianare la sua situazione finanziaria.

Se entro il 31 dicembre il Milan si avvarrà di questa autodenuncia avrà modo di rimediare ai suoi conti in rosso spalmando i suoi debiti in un arco di tempo che va da 3 a 5 anni. Si tratta di un accordo con la Uefa che, a fronte di alcune limitazioni come il raggiungimento del pareggio di bilancio ed eventuali sanzioni qualora gli obiettivi fallissero, gli consentirà di non dover pagare una multa nell’immediato.

Il voluntary agreement servirà al club di via Aldo Rossi per cancellare, in termini di Fair Play, il passivo degli ultimi tre anni senza conteggiare eventualmente nemmeno quello della stagione 2016/17.È previsto che entro dicembre Marco Fassone, nuovo a.d. del Milan, presenti la domanda ufficiale per adottare questa soluzione, presentando inoltre un business plan in primavera nel quale viene garantito il raggiungimento del break even point anche grazie agli accordi economici presi tra Silvio Berlusconi e i nuovi proprietari cinesi.

LEGGI ANCHE: