Milan-Allegri: sempre meno spazio per i giovani?

L’allenatore del Milan Massimiliano Allegri sembra quasi avere un atteggiamento di opposizione nell’inserimento dei giovani in prima squadra, se non qualche rara eccezione come De Sciglio. Infatti, nonostante la società va predicando che bisogna puntare su di loro, più per necessità che altro, per i grandi giocatori ultimamente si fa una grande fatica, a causa dei prezzi esosi dei loro cartellini.

La soluzione sarebbe crescersi in casa il “futuro” della squadra. In questo caso negli ultimi anni la società ha investito in maniera importante nel vivaio rossonero. Si sono distinti i vari Strasser, Berretta e Merkel, oggi Cristante, Petagna, ma la caratteristica che accomuna tutti è che stanno in panchina in prima squadra senza mai entrare, se non quando mancano pochi minuti alla fine della partita. Tenendo presente che Allegri è da quattro anni nel Milan, e quindi la questione giovani viene gestita sempre da lui, è facile intuire la sua insofferenza nei confronti dei baby del vivaio.

andrea petagna

Esempio calzante è stato il rapporto con Merkel. Il giocatore giocava in prima squadra con buone prestazioni, ma dopo aver recuperato da un importante infortunio, venne lasciato spesso in panchina o in tribuna, fino alla sua definitiva cessione. Per quanto riguarda i giovani presi al di fuori del vivaio, un esempio è El Shaarawy che, dopo il suo exploit del girone di andata dell’anno scorso condito da ben 16 reti, prestazioni sotto tono e anche infortuni lo hanno relegato spesso in panchina, entrato solo per assenze di altri.

E infine Saponara, che reduce da un infortunio, quest’anno è entrato per giocare solo spezzoni di partita, nonostante adesso stia bene. L’unico giovane che gioca per necessità del ruolo è Gabriel, ma purtroppo con scarsi risultati. Lo stesso Cristante, giocatore di grande qualità, abile nei calci piazzati, quest’anno ha visto il campo solo per amichevoli, eppure sarebbe il sostituto ideale di Montolivo.

Ora, come si pretende di far crescere i giovani, se non vedono quasi mai il campo? Speriamo che nelle prossime partite verremo smentiti da Mister Allegri e l’occasione si presenta già domenica nel derby, un possibile inserimento di Saponara o perché no Cristante (manca proprio Montolivo). Non sarebbe il caso di provarci? “Ai posteri l’ardua sentenza”.

Leggi anche-> Milan-Roma 2-2: Gabriel delude ancora, bene Zapata

Leggi anche-> Milan-Roma 2-2: sorpresa Emanuelson

Leggi anche-> Mercato Milan: D’Ambrosio prossimo acquisto