Silvio Berlusconi ha parlato ai microfoni di Radio Cusano Campus toccando il delicato argomento stadio di proprietà, uno degli obiettivi della nuova cordata cinese.

Ricordiamo che lo scorso anno la società arrivò vicinissima all’acquisto del terreno per la realizzazione del nuovo stadio (del quale era già stato diffuso il video di presentazione progettuale), ma il progetto saltò clamorosamente.

Ecco le sue parole:

“Sono favorevole agli stadi di proprietà, ma si tratta di una scelta che ha implicazioni urbanistiche, economiche e di sicurezza complesse. Sono sicuro che Marchini riuscirà a dare ai tifosi stadi d’avanguardia per Roma e Lazio”.

Dura critica anche all’Olimpico, lo stadio che ha ospitato la finale di Coppa Italia. Secondo Berlusconi non è uno stadio da calcio:

“All’Olimpico c’è troppa distanza tra spalti e campo da gioco, per via della pista d’atletica. Io sono costretto a mettere gli occhiali. Non è uno stadio da calcio. C’è molta differenza tra come si può gustare una partita all’Olimpico e a San Siro, che è uno stadio costruito per il calcio”.

Intanto in questi giorni circolano diversi rumors su come potrebbe essere il nuovo stadio rossonero in caso di accordo con i cinesi: si parla di 50 mila spettatori e di una vera e propria cittadella calcistica, ma siamo ancora ai preliminari.

LEGGI ANCHE:

Cessione Milan, Aggiornamenti: Domani Nuovo CdA Fininvest

Rosa Milan 2016/2017: Confermati altri tre nomi