Silvio Berlusconi sarebbe infuriato con i giocatori per la partita di Verona: infatti, stando a quanto riferisce il Corriere della Sera, il patron rossonero non mette in discussione l’operato del nuovo tecnico Christian Brocchi, ma incolpa la squadra del risultato incredibilmente negativo del Bentegodi.

Una reazione del genere è comprensibile poiché Brocchi è stato un uomo fortemente voluto dal Presidente e, nonostante la facilità con cui a mandato via allenatori in questi anni, sarebbe stato folle incolparlo della sconfitta dopo appena tre partite sulla panchina della prima squadra.

Non ha torto Berlusconi a prendersela con la squadra, ma una domanda sorge spontanea: perché da Mihajlovic ci si attendeva la Champions League e lo si è esonerato dopo una bella, seppur sfortunata, prova contro la Juventus, mentre a Brocchi si perdona un pareggio interno contro il Carpi e una sconfitta a Verona? La risposta a questo quesito può darla solo il Presidente che ha preso queste decisioni, ma quello che noi possiamo ipotizzare è che queste parole siano solamente un modo per provare a nascondere l’errore commesso con questo cambio in panchina che potrebbe aver rotto un equilibrio che si era creato molto a fatica.

Oramai questa stagione è andata, bisogna solo cercare di difendere il piazzamento europeo attraverso il campionato o la Coppa Italia, ma da questa estate, a prescindere dachi terrà le redini della società, va creato un progetto serio e di lungo periodo.

Leggi anche:

Per il Corriere della Sera Berlusconi sta per dire si ai cinesi

Ecco chi potrebbe essere il nuovo direttore sportivo