Milan, Berlusconi nella biografia: "Nel cuore la prima Coppa dei Campioni vinta"

“Ho nel cuore la mia prima Coppa dei Campioni vinta, quella contro lo Steaua Bucarest nel 1989“. Così il presidente del Milan Berlusconi nella sua biografia, di cui la Gazzetta dello Sport ha riportato alcune anticipazioni e che calciomercato-milan-it ha riproposto in altri due articoli. Ma soffermiamoci ora sulle parole spese da Berlusconi sul suo primo trofeo europeo conquistato.

Quella di Barcellona fu la prima vittoria internazionale del mio Milan. Giocammo una partita straordinaria, e in quel momento il Milan sembrava proprio la più forte squadra del mondo, con un gioco praticamente perfetto. Quella sera lo stadio era meraviglioso, e fu stupendo quando alla fine i tifosi sugli spalti accesero tutti insieme migliaia e migliaia di luci: fu un paradiso di stelle che durò per tutta la notte. Aggiunge: “Fu la mia prima vittoria in Coppa dei campioni, ed è rimasta non solo nel mio cuore, ma nel cuore di tutti gli innamorati del Milan”.

Berlusconi parla poi di quello che è lo stile del Milan: “Lo stile Milan è un comportamento sempre corretto, in campo e fuori dal campo. Significa essere leali nei confronti degli avversari, evitare reazioni eccessive e mantenere la calma qualunque cosa succeda. E significa anche un certo modo di presentarsi. Oggi, per esempio, ci sono giocatori coperti di tatuaggi o con strane pettinature. Ai miei tempi, mi spiace usare quest’espressione, io controllavo perfino il nodo della cravatta, prima che un calciatore si presentasse a fare una dichiarazione in tv”.

Infine conclude: “Quali giocatori del mio Milan ho sempre nel cuore? Dei vecchi giocatori di quando ho cominciato la mia missione nel Milan io ho soprattutto nel cuore Maldini e Baresi”.

Leggi anche: