Zvonimir Boban, intervenuto a “Radio anch’io Sport”, ha fatto il punto sulla situazione che sta vivendo il Milan ormai da alcuni anni a questa parte.

Per l’ex grande giocatore rossonero non c’è nulla da salvare in questa stagione completamente fallimentare: “È davvero assurdo pensare positivo dopo una gara nella quale si sono presi 3 goal dalla penultima in classifica. Accetto la reazione di Brocchi ai goal, ma la situazione è critica per il Milan, non esiste nulla di positivo.

Boban è molto duro con il Milan e con Brocchi, anche se il tecnico ha delle attenuanti: “L’unico errore fatto da Brocchi, che ha pochissima esperienza, è stato quello di accettare la panchina rossonera. Brocchi sa bene la situazione difficile per la squadra e la società, sicuramente non poteva essere lui il salvatore della patria”.

Molto è dipeso anche dal cambio di modulo:

“Mihajlovic stava facendo abbastanza bene con il 4-4-2, mentre adesso la squadra sta provando a giocare con il trequartista, dopo più di 30 gare interpretate in modo diverso”.

Poi arriva durissimo l’attacco a Berlusconi e Galliani:

Berlusconi non è più all’altezza della situazione ormai da anni, sta collezionando fallimenti su fallimenti. È arrivato il momento di cambiare, Galliani non è appoggiato da nessuno, non può andare avanti così, da solo senza alcuna assistenza. Silvio è stato un esempio per il calcio moderno con il suo Milan, ma prima o poi si deve sempre lasciare il posto a chi potrebbe fare qualcosa di meglio”.

Sulla candidatura ad un ruolo dell’ex talento croato alla Fifa, Boban afferma che c’è bisogno di grandi ex giocatori con esperienza in un associazione di calibro mondiale, in modo da consigliare e progettare interessanti rinnovamenti sul piano strutturale.

Leggi anche:

Bologna-Milan, Ecco Le Parole Di Donadoni (Video)

Milan, Balotelli chiama Galliani per scusarsi