Silvio Berlusconi ha sempre meno sostenitori in famiglia: dopo Marina e Piersilvio anche Barbara dà il suo assenso alla cessione del club rossonero tanto caro al padre. I dubbi del presidente invece continuano a persistere.

L’attesa della concessione dell’esclusiva alla cordata cinese che vorrebbe il 70% del Milan potrebbe essere giunta quasi alla fine. La convocazione del cda di Fininvest per l’avvio della trattativa sembra essere solo questione di ore. Quest’incontro sarebbe il primo step verso la cessione del Milan alla cordata di Pechino rappresentata da Sal Galatiolo. Il gruppo pechinese sarebbe già pronto a comprare il 70% della società.

L’annullamento dell’appuntamento di martedì 10 maggio a Nyon con la Uefa, che prevedeva la discussione del piano industriale quadriennale, sarebbe la prova che la trattativa sia arrivata alla fine.

Nel caso arrivi a breve il nuovo assetto societario e la squadra rossonera si qualifichi per l’Europa League, spetterà ai cinesi, nuovi azionisti di maggioranza, presentare un nuovo piano entro dicembre.