Milan Conti in Rosso, tutti i Debiti dei Rossoneri

Conti in rosso per il Milan che, sommerso dai debiti anche per via delle ultime deludenti stagioni fuori da Champions ed Europa, quest’oggi in assemblea approverà il bilancio del 2015. Il colore dominante resta il rosso e i numeri non sono confortanti.

Il Milan ha chiuso il 2015 con un debito di 89,3 milioni di euro, cifra leggermente inferiore a quella dell’anno precedente quando la società rossonera chiuse l’anno a -91,3 milioni. Cifre che rispecchiano l’andamento della squadra: ormai il Milan occupa un posto all’ombra in Europa e ciò si ripercuote anche sulla finanza rossonera. Solamente tre volte in questi 30 anni il Milan ha chiuso in attivo e l’ultima risale al 2006, anno in cui il Diavolo cedette Shevchenko. Eppure nel 2015 Berlusconi ha speso ben 150 milioni di euro, cifra considerevole e mai versata dal patron rossonero dal 1986 a oggi.

Sono infatti 820 i milioni spesi dalla famiglia Berlusconi nel trentennio di presidenza al Milan e mai i conti sono stati così in rosso come nell’ultimo periodo, nonostante il numero uno dei rossoneri abbia messo mano al portafogli. Investimenti sbagliati evidentemente che non hanno risolto i debiti dei rossoneri, dei quali si discuterà questo pomeriggio alle ore 16.00 nel CDA. Come se non bastassero i conti in rosso, il Milan ha visto un crollo anche nel fatturato: 219,7 milioni nel 2015 contro i 328 milioni della Juventus. Altra sconfitta per i rossoneri.

Leggi anche: