Milan, Cutrone: "Speciale allenarsi con mister Inzaghi"

Patrick Cutrone, attaccante classe 1998 con una carriera davanti, ha già ottenuto con la maglia del Milan Primavera qualche soddisfazione, tra cui anche una chiamata da parte di mister Inzaghi, che racconta in un’intervista rilasciata ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Tanta la stima che Cutrone nutre per SuperPippo, la si evince dalle parole che il giovane attaccante ha utilizzato per raccontare gli allenamenti svolti sotto l’attenta guida di Inzaghi: “Allenarsi sotto lo sguardo di un attaccante come Inzaghi che ha fatto la storia del Milan e della Serie A è per me qualcosa di speciale”.

Ancora giocatore del Milan Primavera, Cutrone ha avuto modo di allenarsi a Milanello con la prima squadra. Il tecnico piacentino, anche per via degli infortuni che hanno condizionato la stagione dei rossoneri, ha chiamato diversi giocatori Primavera e tra questi anche l’attaccante classe ’98 che ha conosciuto e allenato nelle scorse stagioni, quando Inzaghi sedeva sulle panchine di Allievi e Primavera: “È una sensazione speciale”, ammette Cutrone che poi si sofferma a ringraziare chi ha creduto su di lui dall’inizio e gli ha permesso di approdare al Milan e vivere questa realtà: “A mister De Vecchi devo molto, così come a Galbiati e a Rampoldi,  fu lui a portarmi al Milan”.

Inzaghi l’esempio da seguire tra i grandi del passato, tra i giocatori del presente, invece, Cutrone si rifà al bianconero Morata: “È il mio modello, – spiega ai microfoni della Gazzetta dello Sportpossiede una tecnica sopraffina e sa proteggere palla come pochi. In area poi è letale”.

Leggi anche: