Sono ore decisive quelle che sta vivendo il Milan da stamattina e sembra sia in dirittura d’arrivo, l’ok della società ad una trattativa in esclusiva non vincolante, con gli investitori cinesi.

Poco dopo le 11 sono iniziate le notizie su consiglio di Amministrazione straordinario, alla presenza anche di Silvio Berlusconi, presenza che era stata più volte in forte dubbio, e che rappresentava il passo decisivo verso la cordata cinese rappresentata dall’intermediario Sal Galatioto. Dopo un’ora di colloqui fitti e inaccessibili per la stampa, è finalmente arrivata la tanto agognata decisione: Silvio Berlusconi ha dato il proprio benestare ad avviare una trattativa in esclusiva, non vincolante, con la cordata cinese interessata ad acquistare il 70% del Milan. La palla ora passa al legale Pasquale Cannatelli che dovrà stipulare l’accordo di un mese di esclusiva, ovvero per un mese il Milan potrà trattare solo con la cordata cinese. Il negoziato resta ancora tutto da definire e la cessione non è scontata, ma è fondamentale che siano state vinte le prime resistenze del presidente Berlusconi.

A mezzogiorno si è quindi riunito il CDA Fininvest, conclusosi dopo circa un’ora, alla presenza anche di Marina Berlusconi e Pasquale Cannatelli, tra l’altro amministratore delegato di Fininvest