Milan-Empoli 1-1, Inzaghi: "Torniamo a casa delusi"

Il Milan non va oltre l‘1-1 contro l’Empoli in una partita passata quasi interamente in sofferenza. Una prestazione davvero scialba quella dei rossoneri che hanno subito l’intraprendenza e la freschezza fisica degli avversari rischiando, in più di un’occasione, addirittura di perdere la partita. Ora si complica maledettamente la rincorsa a un posto in Europa per la prossima stagione e solo un miracolo potrebbe risolvere le cose. Nelle dichiarazioni post gara Inzaghi evidenzia tutta la delusione e lo sconforto per non aver portato a casa i tre punti ed esalta la bellissima prestazione degli avversari: “L’Empoli è ormai una realtà, abbiamo provato a pressarli alti ma non ce la facevamo, palleggiavano molto bene. Oggi pur soffrendo dovevamo ottenere i 3 punti, siamo molto delusi di come è andata. Non possiamo prendere gol così, con difesa schierata e con un cross dalla trequarti, in queste occasioni bisogna marcare l’uomo in area”.

Il tecnico milanista prova a risollevare il morale dei suoi giocatori, delusi e demoralizzati da una prestazione decisamente non da Milan: “Io cerco di tenere i ragazzi tranquilli, di non farli scoraggiare ma l’ambiente fa fatica ad accettare un momento come questo, ma ci vuole pazienza. Abbiamo dovuto cambiare sistema di gioco da poco perchè con i nuovi innesti dobbiamo per forza giocare in questo modo. Purtroppo ci sono molti giocatori che non hanno i 90′ minuti nelle gambe ma che devo per forza tenerli in campo perchè siamo in pochi”.

Inzaghi infine sottolinea anche la sfortuna che sta attanagliando la sua squadra in questo ultimo periodo, come dimostrano gli infortuni di Paletta e Alex che si aggiungono alla lunga lista di indisponibili: “Alex sarà operato domani. Dispiace perchè volevo gettare nella mischia Pazzini, ma siamo prima rimasti in 10 per l’espulsione di Diego Lopez e poi si è infortunato anche Paletta. Bisogna anche dire che è un periodo molto sfortunato per noi che di certo non ci è di supporto”.

Leggi anche: