Milan, esonero Mihajlovic: i tifosi non ci stanno

Non si è fatta attendere, la reazione dei tifosi all’esonero di Sinisa Mihajlovic a cinque giornate dalla fine del campionato. Una reazione più ragionata di quella che ci si poteva aspettare, contando il fatto che arrivano due esoneri in serie A a distanza di 24 ore.

Un esonero dichiarato, quello di Mihajlovic, ma che fa reagire quella parte di tifosi che, ormai rassegnati ad un Milan altalenante, si sono ribellati all’esonero quasi ingiustificato di un tecnico che avrebbe potuto benissimo correre per l’Europa League, mancando solo cinque giornate alla fine.

Un esonero quindi che vede criticato il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, che dopo 30 anni prende una decisione così delicata prima della fine del campionato ancora in atto. Ora la gestione è affidata ad un altro allenatore, il giovane Cristian Brocchi a cui è affidata oggi tutta la squadra, e farà oggi il primo allenamento.

I tifosi sono scettici in merito all’esonero, ma la mossa del presidente Berlusconi, porterà benefici al Milan per la rincorsa all’Europa?