Sono stati i subentranti a salvare i rossoneri nella decisamente negativa partita che il Milan ha disputato quest’oggi a San Siro contro un Frosinone a cui vanno fatti i complimenti per la determinazione con cui hanno affrontato questo match, nonostante le speranze di salvezza non fossero numerose.

Il migliore in campo per i rossoneri è stato Luca Antonelli che nei minuti che Brocchi gli ha concesso ha segnato un gran gol e non si è reso protagonista di errori grossolani, cosa che in una partita del genere è da considerarsi una gran cosa.

Per quanto riguarda il pacchetto offensivo, sia Bacca che Balotelli hanno avuto le loro occasioni per fare gol e aiutare la squadra nella seconda parte del primo tempo che è stata forse la fase di partita più importante della giornata: infatti, proprio in quei minuti il Milan ha avuto grosse occasioni di girare a proprio favore un match iniziato nel peggiore dei modi.

Il reparto difensivo ne esce con le ossa rotte da questa partita, non solo per i tre gol subiti in casa dal secondo peggiore attacco del campionato, ma anche per lo scarsissimo aiuto che ha dato al centrocampo in fase di impostazione del gioco che il pressing del Frosinone ha sempre complicato. Due delle tre reti subite quest’oggi sono in qualche modo frutto di errori individuali  da parte di difensori e questo è un dato che non può non fare arrabbiare e riflettere Brocchi.

Trai più positivi in campo ci sono Juraj Kucka Jose Mauri che hanno provato a dare dinamismo e corsa, anche se forse serviva un po’ più di qualità per superare l’aggressività della formazione ciociara.

Sono in pochi a salvarsi in questa giornata, ma questa volta qualche responsabilità dovrà assumersela anche il tecnico e chi ha deciso di cambiare.