Milan, i giocatori top e flop del 2014

In questo ormai trascorso 2014 sono diversi i giocatori del Milan che hanno deluso, come sono diversi quelli che invece hanno stupito grazie alle loro prestazioni positive. Calciomercato-Milan.it ha voluto fare una, seppur breve, disamina dei top e flop dell’anno rossonero appena trascorso.

La più grande delusione di questo 2014 è certamente l’ex attaccante rossonero Mario Balotelli, il quale, dopo essersi presentato al suo arrivo (nel 2013) con ottime prestazioni, è andato man mano sempre più calando, risultando il vero flop tra i giocatori del Milan in questo 2014 sia per le sue prestazioni in campo, sia per alcuni suoi comportamenti fuori dal rettangolo di gioco.

Tra i flop va inserito Fernando Torres, giunto al Milan sul finire del calciomercato estivo e mai sbocciato in questi ultimi mesi del 2014. Lo spagnolo avrebbe dovuto essere uno dei trascinatori della squadra di Inzaghi e invece è stato il primo, deluse le aspettative, a dover fare le valigie direzione Atletico Madrid. Troppo poco il tempo datogli dal Milan per ambientarsi, forse in futuro potrà rifarsi. Chissà…

Adel Taarbt, invece, può essere considerato una via di mezzo. Il calciatore marocchino, di origini francesi, ha si ben figurato, ma non tanto da convincere la società cara al presidente Berlusconi a sborsare 7 milioni di euro per il suo riscatto. Oltretutto, dopo aver lasciato il Milan, in quelle poche volte che è stato schierato in campo dal tecnico del Qpr, Redknapp, Taarabt ha molto deluso, dimostrando scarso impegno, probabilmente anche a causa dell‘ambiente non congeniale al giocatore.

Un discorso particolare va fatto per Keisuke Honda. Dopo essere stato una grandissima delusione nella prima parte del 2014 quando giunto al Milan, sotto le gestione di Clarence Seedorf, ha dovuto adattarsi a un campionato differente e difficile come quello italiano, il giapponese è poi diventato uno dei migliori nella seconda parte del 2014, sotto la gestione di Filippo Inzaghi.

Una gradita sorpresa è certamente stata Philippe Mexes, il quale, le volte che è stato schierato al centro della difesa, si è sempre reso protagonista di prestazioni di alto livello. Il suo unico limite è che ogni tanto in campo perde, anche immotivatamente, la pazienza. Nonostante questo difetto, il biondo difensore francese è stato certamente tra i più positivi di questo 2014.

Re dei top del 2014 rossonero è certamente Jeremy Menez. Il francese è arrivato a Milano, fortissimamente voluto da Inzaghi, come un buon, seppur non eccezionale, attaccante esterno e, una volta ambientatosi al Milan, ha saputo trasformarsi in un’ottima punta in grado non solo di segnare, ma anche di fare giocate di pregevole fattura, vera goduria per i tifosi rossoneri e non.

Stephan El Shaarawy ha certamente vissuto un 2014 al di sotto delle aspettative. ma dati i problemi fisici cui ha dovuto far fronte, non ce la sentiamo di metterlo tra i flop.

Leggi anche: