Mentre la trattativa per la cessione della maggioranza del club continua, le voci sul futuro del Milan si rincorrono incessantemente e l’ultima di giornata è quella che vedrebbe il ds del Siviglia Minchi nel mirino dei cinesi.

Se dovesse andare in porto la trattativa tra Fininvest e i misteriosi acquirenti asiatici, il nome più caldo per la panchina sarebbe quello di Unai Emery, vincitore delle ultime tre edizioni dell’Europa League. Con lui potrebbe essere più facile trattenere Carlos Bacca ma, stando a indiscrezioni di mercato, sembrerebbe essere proprio Monchi la dote più importante che il tecnico spagnolo porterebbe con sé a Milanello.

Emery e Monchi sono i principali artefici del miracolo Siviglia di questi anni: infatti, l’allenatore è stato bravissimo a imprimere alla squadra un ottimo gioco, mentre il direttore sportivo, in sedici anni, è stato in grado di portare nella città andalusa giovani talenti del livello di Dani Alves, Sergio Ramos, Carlos Bacca, Ivan Rakitic e molti altri che poi sono partiti verso i più importanti club europei, portando cospicue somme nelle casse societarie.

Come è noto, negli ultimi tempi Adriano Galliani è spesso stato oggetto di contestazioni sulla gestione del calciomercato. Nelle ultime settimane erano iniziate a circolare voci secondo le quali sarebbe potuto essere Marcello Lippi il nuovo responsabile del mercato rossonero, ma la soluzione Monchi, se fattibile, sarebbe certamente la più indicata.