Milan in Champions League, può lottare per il Terzo Posto in Classifica?

Doveva essere l’anno del rilancio, ma sta sempre di più diventato un calvario. Il Milan rischia di restare ancora fuori dalla Champions League e arrivati quasi alla fine del girone di andata i tifosi si chiedono se può ancora agganciare il terzo posto. Bisogna subito dire che è difficile per una serie di fattori che cercheremo di analizzare.

MILAN IN CHAMPIONS LEAGUE? MANCA CONTINUITA’ DI RISULTATI

Innanzitutto per poter agganciare il terzo posto in classifica utile per accedere ai play off Champions League il Milan deve trovare continuità di risultati, cosa che è mancata sempre da inizio di stagione. A prestazioni mirabolanti sono seguite controprestazioni che hanno rischiato di incrinare anche il rapporto società-allenatore. Infatti a Mihajlovic si chiedeva di compiere la classica inversione di tendenza che fino a oggi è restata solo sulla carta. Naturalmente se sul piano del gioco le responsabilità sono dell’allenatore, non si può dire di certo che sia anche le colpe per il mercato.

MILAN AL TERZO POSTO? IL MERCATO NON HA AIUTATO

Ma se proprio si voleva un’inversione di tendenza per lottare per le prime posizioni c’era anche bisogno di portare avanti un mercato diverso. I grandi colpi sono stati fatti ma faticano a imporsi. L’esempio più eclatante è Luis Fabiano che ormai vegeta in panchina e lo stesso Bacca è troppo individualista per reggere il peso dell’attacco. Un Balotelli che sembrava ritrovato invece starà ai box fino al termine della stagione: quindi urgono correttivi in corsa a gennaio, ma bisognerebbe prendere uomini pronti e non scommesse da vincere.

MILAN SENZA CHAMPIONS LEAGUE? SCOLLATURA TIFOSI-SQUADRA-SOCIETA’

Un altro problema che sta venendo fuori di domenica in domenica di partita in partita e che pone notevoli difficoltà al Milan di arrivare in Champions League è la scollatura che si è venuta a creare tra tifosi, squadra e società. Solo ricreando un ambiente ideale si può sperare in una miracolosa risalita, ma naturalmente per conquistare la fiducia di chi paga per assistere allo spettacolo c’è bisogno che squadra e società trovino il bandolo della matassa e si facciano loro trascinatori della rivalsa rossonera.

TUTTE LE NOTIZIE SUL MILAN