Milan in Europa League? I rossoneri devono rimontare 8 punti

In questo mese e mezzo che separa il Milan dalla conclusione del suo calvario sportivo, tutti (società, giocatori e tecnico) cercheranno di dare il 110% affinchè questa squadra risalga la china e navighi in posizioni di classifica che più le competono. Sabato sera a San Siro è atteso il Chievo Verona del giovane Paloschi (esempio di rara professionalità) contro il quale i rossoneri sperano di portare a casa i 3 punti e proseguire la rincorsa ai posti utili per l’accesso in Europa League; per quello visto fino ad ora non sarà cosi scontata la vittoria del Diavolo e gli scaligeri sapranno vendere cara la pelle senza alcun dubbio considerata la non ottimale posizione in classifica.
La risalita in campionato è finalmente partita dalla gara contro i viola di mercoledì, e dovrà necessariamente proseguire contro il Chievo nell’anticipo serale della 31esima giornata di Serie A; il tempo stringe e le gare scarseggiano da qui alla fine del torneo, non resta altro che vincere per sfruttare quei passi falsi in cui le squadre davanti (Inter e Parma su tutte) incapperanno per tenere acceso questo timido fuocherello di speranza alimentato a Firenze da Balotelli e compagni. Dunque bocche cucite e tanto sudore, 8 punti sono tanti ma non tantissimi, questo il Milan lo sa e spera di farcela.

LEGGI ANCHE ->“Il Milan vince a Firenze e Seedorf…”

LEGGI ANCHE ->“Intervista a Mexes, grande protagonista con la Fiorentina”