Milan-Juventus 2016, Gazzetta dello Sport: “Si vince così”

La Gazzetta dello Sport svela le chiavi per vincere Milan-Juventus, big match della 32a giornata del campionato 2015-2016 di Serie A. La sfida di San Siro a questo punto della stagione risulta possedere un’importanza particolare: la Juventus insegue l’ennesimo scudetto, quasi certo dopo lo stop del Napoli a Udine, mentre il Milan insegue (da un po’ di tempo ormai) il sogno Champions, anche in questa stagione più sogno che realtà.

Tutto ciò passa da Milan-Juventus di questa sera, partita assolutamente da vincere, ma come? Il Milan non sta attraversando un buon periodo e quei tre punti appaiono di vitale importanza. Sinisa Mihajlovic è a rischio: in queste ultime otto partite, considerando la finale di Coppa Italia (sempre contro la Juventus), il tecnico rossonero si gioca il proprio futuro. Non dovrà sbagliare questa sera, ma quale sarà la sua carta vincente? In pochi ci scommetterebbero, ma questa potrebbe essere Mario Balotelli.

Sinisa Mihajlovic e Mario Balotelli hanno in comune lo stesso futuro, il loro infatti si deciderà in queste otto giornate. Mihajlovic ha deluso Berlusconi, Balotelli ha deluso tutti. E allora quale miglior carta ha da giocare il serbo in Milan-Juventus se non quella di SuperMario? Nel suo secondo capitolo in rossonero, in realtà, Balotelli ha dimostrato di non essere più Super, ma la voglia di riscattarsi c’è e il big match contro i bianconeri è l’occasione giusta, forse l’ultima. Balotelli e Bacca per sfidare la sorte, sperando che il cielo la mandi buona a Mihajlovic.

Dall’altro lato c’è Massimiliano Allegri con i suoi “fantasmi” del passato. Scartato dal Milan, il tecnico toscano si è preso già la sua rivincita con Scudetto e Coppa Italia vinti lo scorso anno e una finale di Champions sfumata. Quest’anno poi la Juve è ancora in testa alla classifica, davanti al Napoli, ma soprattutto a +24 sul Milan. Il Diavolo è però ferito e per tale ragione occorre non sottovalutarlo: le carte di Allegri saranno quindi un 3-5-2 con Alex Sandro, Cuadrado e Morata. Carte vincenti? Si vedrà.

Milan-Juventus sarà la sfida tra due garanzie italiane. Buffon e Donnarumma. Stesso nome (Gigi), stesso ruolo (portiere) e grande talento nell’uno così come nell’altro caso. Il presente della Nazionale Italiana e della Juventus contro presente e futuro del Milan e dell’Italia. Una sfida nella sfida, interessante come non mai.

Si giocherà una importante fetta del proprio futuro in Milan-Juve anche Daniele Rugani. Out Chiellini per infortunio (ormai non è una novità), sarà l’ex Empoli ad affiancare Bonucci e Barzagli in difesa. Rugani, che con la Juve non ha mai raggiunto le tre presenze consecutive in Serie A, ha già mostrato le sue qualità: questa sera sarà pronto a sfidare il Diavolo? Contro Balotelli e Bacca saranno la sua prova del 9.

Leggi anche: