Milan-Juventus 2016, Mihajlovic: “Dovere di arrivare almeno sesti”

Abbiamo il dovere di arrivare almeno sesti“. Così Sinisa Mihajlovic nella conferenza stampa di vigilia di Milan-Juventus, in programma domani sera a San Siro alle ore 20.45. Per i rossoneri, reduci da quattro partite senza vittorie, vietato fare brutte figure; sarebbe proprio Mihajlovic, in quel caso, a rischiare di più.

“Come tutti gli allenatori mi giudicheranno dai risultati”, esordisce. Poi prosegue: “Se nelle prossime otto partite faremo schifo, ovviamente pagherò io, sarà naturale cambiarmi, perché il responsabile é sempre l’allenatore“. Quindi aggiunge: “I conti si faranno alla fine, se si arriva alla fine”.

Qual è la ricetta per tornare il Milan di un paio di mesi fa? “Dobbiamo tornare a giocare come quando le cose andavano bene e non sbagliare atteggiamento”, afferma. Il problema principale? “Ci é mancata continuità, non me lo aspettavo. Ora abbiamo il dovere di arrivare almeno sesti. I nostri sono problemi di testa e di spirito, non di gambe. Per domani mi aspetto una grande prestazione”.

Per quanto riguarda la formazione, a parte il dubbio Montolivo, potrebbe esserci una chance per Balotelli. “Sa che sono le sue ultime occasioni per farsi confermare. Per ora non lo merita, perché quando ha giocato non ha fatto quanto ci si aspettava. Ora deve sfruttare le chance al massimo”.

Leggi anche