Dopo la pista Bee Taechaubol, ora per l’acquisizione del Milan si parla di una nuova cordata con cifre da capogiro. Le voci di una cessione del Milan si fanno più insistenti, almeno secondo quello riportato dal quotidiano nazione Repubblica.

Le voci di una nuova gestione potrebbero far pensare a cifre esorbitanti, con l’attuale presidente del Milan, Silvio Berlusconi, che sarebbe disposto a cedere la sua gestione annuale per 300 milioni diventando così l’azionista minoritario.

Con la nuova gestione, che prenderebbe il 60-70%, porterebbe fondi necessari per la concessione del terreno dove costruire lo stadio di proprietà. La nota stonata sarebbe probabilmente la nuova carica di Amministratore Delegato, che non verrebbe più diviso tra Barbara Berlusconi e Adriano Galliani.

Parlare di cessione della gestione del Milan è ancora troppo presto, ma quello che è certo è che nel Milan c’è la sensazione di un cambiamento imminente che potrebbe essere il momento decisivo per rilanciare il progetto.