Milan-Lazio, Pioli: "Rossoneri temibili, ma puntiamo a vincere"

L’esordio in campionato è alle porte e Stefano Pioli lancia la sfida al Milan deciso a sfatare il proprio tabù. Zero vittorie cita il suo score a San Siro contro i rossoneri, una casella vuota che sogna di poter inaugurare quest’anno alla prima di campionato. “Non ho mai vinto con il Milan, ma non ho mai allenato la Lazio. È la prima volta e vedremo che succede”. Queste le parole del tecnico dei capitolini presentatosi oggi in conferenza stampa carico e fiducioso per l’imminente trasferta al cospetto dell’undici di Inzaghi.

A Formello in realtà ci credono in tanti e le dichiarazioni del tecnico ne sono una conferma. Iniziare con una vittoria sarebbe una grande soddisfazione ed un’iniezione di fiducia per i biancocelesti a secco di vittorie a San Siro dal 1989. Massimo rispetto per il Milan quindi ma nessun timore: “C’è da parte di tutti la voglia di cominciare con il piede giusto – continua Piolie questo vale anche per il Milan che vuole tornare in Europa. Abbiamo entrambi i valori per riuscirci. È un avversario temibile e di valore ma anche noi possiamo mettere in campo una squadra competitiva. Andiamo per fare la partita e a cercare i tre punti”.

Una Lazio spavalda quindi che affronterà a viso aperto un Milan ancora in rodaggio e non ancora al top. Pioli tuttavia non ritiene questo un vantaggio: “Credo che nessuna squadra può essere al 100% in questo momento, il discorso vale anche per noi. Lavoriamo insieme da soli 2 mesi, possiamo migliorare nelle situazioni tattiche. Non do molto peso ai risultati del precampionato, abbiamo rispettato il Bassano, faremo lo stesso col Milan. Rispetto i colleghi, giovani e non, e lo stesso devono fare i calciatori. Disputare la prima partita contro un avversario importante deve dare un’ulteriore carica“. La sfida di Stefano Pioli quindi è partita, la Lazio verrà Milano per giocarsela ma di questo Inzaghi e il suo staff ne erano certi.

Leggi anche: