Marcello Lippi, ex allenatore della Juventus, questa mattina è stato ospite della trasmissione Pezzi da 90, su Radio Onda Libera, ha parlato della finale di Coppa Italia che si disputerà questo sabato allo Stadio Olimpico di Roma tra Milan e Juventus: “Sembra una finale scontata per la netta differenza condizione psico-fisica tra le due squadre, ma fa bene Allegri a tenere alta la concentrazione. Il Milan attraversa un momento difficile ma ha pur sempre una tradizione”.

L’intervista è poi continuata parlando degli Europei – “Ci arriviamo bene come sempre quando c’è un appuntamento che conta. Peccato per gli infortuni di Marchisio e Verratti, non ci volevano. Però Conte riuscirà a tirar fuori il meglio. L’Italia sa come affrontare questo tipo di competizione. Non dimentichiamo che se i rigori di Pasadena ci avessero premiato avremmo avuto noi 5 Mondiali e 4 il Brasile. La Francia è la favorita perché gioca in casa, è giovane, forte e bene allenata con qualità. Poi vedo Spagna e Germania” – e sul futuro – “Il mio futuro? Come allenatore direi basta. Per il resto vedremo quel che succede”.

LEGGI ANCHE:

Finale Coppa Italia 2015/16: Nel Milan ritorna Montolivo
Milan, ecco perchè Abbiati non è subentrato con la Roma