Ha parlato ai microfoni di Telelombardia, Paolo Maldini, ex giocatore del Milan che chiarisce la sua posizione nei confronti della dirigenza e dell’ambiente che si era creato fino a poco tempo fa.

Ecco le sue dichiarazioni, in merito all’ipotesi di entrare nella società, qualora ci fosse una cessione ai cinesi, come riporta il quotidiano online sportivo, milannews.it:

“Credo sia assurdo pensare a una nuova proprietà. Se ne parla da anni. Il presidente Berlusconi, al quale io voglio un mondo di bene, sa come sono fatto e credo mi apprezzi. Giustamente io faccio le mie valutazioni su eventuali compatibilità o meno. Se sono ancora disponibile? Io credo che all’interno della società attuale assolutamente no, perchè abbiamo delle visioni completamente opposte. Veramente, non lo faccio per snobismo, ma davvero perchè mi sono creato una vita al di fuori del calcio che è fantastica. Trovare il tempo per me stesso è preziosissimo. Potrei cambiare questo stile di vita per qualcosa di incredibilmente emozionante che potrebbe essere un’avventura nel calcio”.