Vincenzo Montella da ieri è il nuovo allenatore del Milan. Dopo il valzer di nomi susseguitisi per giorni, finalmente è stato ufficializzato chi guiderà la squadra nella prossima stagione.

Il tecnico rossonero però ha voluto congedarsi personalmente dalla Sampdoria, suo ex club, scrivendo una lettera alla dirigenza, allo staff e ai tifosi blucerchiati. «Nel calcio le cose accadono velocemente, soprattutto quando non le aspetti. Era successo così a novembre, per il ritorno da allenatore in blucerchiato. È successo così negli ultimi giorni. Prima di affrontare una nuova avventura professionale, sento la necessità – e il piacere – di salutare e ringraziare tutta la Sampdoria, il presidente Massimo Ferrero, l’avvocato Antonio Romei, il direttore vincenzo-montellasportivo Carlo Osti, Riccardo Pecini, i dirigenti, i dipendenti, i collaboratori, i calciatori e il personale di Bogliasco», si legge oggi sul sito della società genovese.

L’ex aeroplanino ha parlato con gioia del periodo, seppur breve, trascorso alla Samp sottolineando che è nelle difficoltà che un uomo e un allenatore crescono, capiscono, migliorano. I mesi trascorsi a Genova resteranno per lui indimenticabili e quello che porterà con sé sarà il ricordo dei tifosi che lui definisce speciali, unici, maturi, anche critici, ma capaci di comprendere le situazioni e di trasformare la loro passione in energia positiva per la squadra.

Per Vincenzo Montella inizia adesso l’avventura a Milanello, una strada tutta in salita dove il suo talento da giocatore e la sua esperienza da allenatore saranno fondamentali per riportare il Milan a brillare in Serie A al fine di raggiungere di nuovo anche importanti traguardi in chiave europea.

LEGGI ANCHE: