Milan, Montolivo: "Con Inzaghi possiamo raggiungere i primi posti"

E’ tornato a calcare il campo dopo sei mesi di inattività Riccardo Montolivo che ha mostrato in Milan-Napoli di essersi ripreso alla perfezione e di poter dare una mano a Inzaghi e alla squadra e far la differenza in quel centrocampo che alle volte si rivela anello debole della catena rossonera. Intervistato dal Corriere della Sera il capitano del Milan ripercorre l’infortunio alla tibia e quei sei mesi difficili ma ormai superati e alle spalle: “Giocare quei cinque minuti contro l’Udinese è stato per me come un secondo esordio in Serie A. Sei mesi fa, quando mi sono fratturato la tibia, aspettavo questo momento. Si sa, sono rischi del mestiere, possono succedere, ma a cinque giorni dal Mondiale, è stato drammatico”.

Un periodo duro che Montolivo ha superato grazie anche al sostegno ricevuto dalle persone a lui vicine: “Sono state fondamentali la mia famiglia e la mia seconda famiglia, il Milan. Il presidente Berlusconi mi è stato vicino personalmente. Mi è dispiaciuto non aver potuto dare una mano: ho sempre cercato di dar geometria alla manovra e forse sotto questo punto di vista qualcosa ci è mancato”.

In questi mesi Montolivo, da dietro le quinte, ha visto nascere e crescere un nuovo Milan, quello creato da Inzaghi e che deve ancora trovare una certa stabilità. Il segreto secondo il centrocampista sta tutto nel gruppo e in Pippo Inzaghi: “E’ inutile negarlo, questo è un Milan diverso da quello di un tempo. Questa squadra non può prescindere dallo spirito operaio fatto di intensità, sacrificio e determinazione. Inzaghi non solo è un motivatore capace di trasmettere grande carica, ma possiede anche un’altra qualità: impara in fretta. E’ cresciuto molto in questi mesi, è una spugna e assorbe tutti i consigli”. Un Milan diverso che, secondo Montolivo, può ambire anche al terzo posto e alla Champions League: “Se mantiene questo spirito credo, come sostiene il presidente, che questo Milan possa lottare per le prime posizioni. In società c’è una maggiore armonia. Lo scorso anno dicevamo che la situazione non aiutava, adesso si respira un clima diverso”.

Leggi anche: