Milan news, Mastour ancora non può giocare col Malaga

La Fifa blocca temporaneamente il trasferimento di Mastour al Malaga: il gioiellino, in prestito biennale ai biancoazzurri di Spagna, deve ancora ricevere l’ok dalla Fifa per poter vedere perfezionato il suo trasferimento e scendere a calcare i campi spagnoli. Al momento il ragazzo resta a Milanello ad allenarsi.

I CONTORNI DELL’OPERAZIONE – Hachim Mastour è stato ceduto dal Milan al Malaga con un prestito biennale con diritto di riscatto fissato a 5 milioni di euro. Ma per evitare «brutte soprese» (leggasi l’esplosione del giovanissimo trequartista a cui finora sono toccati solo scampoli in maglia rossonera), la società rossonera ha inserito nel contratto una clausola di «recompra» a 6 milioni di euro. La Fifa,  è diventata molto fiscale per ciò che riguarda il mercato di calciatori non ancora maggiorenni e vuole cautelarsi di fronte a situazioni spiacevoli relative a operazioni non legali

CASO BARCELLONA (E REAL MADRID) – La questione è tutta nella minore età del ragazzo, il cui trasferimento, come quello di tutti i minorenni, è al vaglio della Fifa, sempre più attenta dopo il caso Barcellona (a cui è stato imposto il divieto di di operare sul mercato fino a gennaio 2016 a causa di alcuni passaggi irregolari di tesserati minorenni) e a farne le spese è stato già il Real Madrid, quando si concretizzò il passaggio, nel gennaio di quest’anno, di Ødegaard dallo Strømsgodset. Il centrocampista norvegese aveva solo 16 anni quando fu acquistato dai «Galácticos» e dovette attendere 17 giorni per il debutto. In ogni caso dovrebbe solo essere un controllo di routine, l’entourage intorno al ragazzo sembra essere assai fiducioso e la doppia nazionalità di passaporti, italo-marocchina, dovrebbe aiutare. Del resto, il Malaga ha già perfezionato da settembre tutti i documenti per l’operazione. Manca solo l’ultimo passaggio e poi Mastour potrà finalmente spiccare il volo. Se per tornare a Milano, questo ce lo dirà solo il tempo.

 Leggi anche