Milan News, salvate il soldato Romagnoli

La sconfitta del Ferraris ha fatto precipitare nello sconforto il Milan, colpevole di aver subito un’involuzione tecnica e mentale. Squadra spaccata e tutti sul banco degli imputati, a cominciare da Alessio Romagnoli, l’uomo che avrebbe dovuto fare la differenza la dietro e che per ora ha fatto vedere poco del suo grande potenziale. La brutta prestazione di Genova dell’ex Sampdoria, condita da un rosso inventato da Tagliavento, è frutto anche delle amnesie difensive di tutto il pacchetto arretrato, a cominciare dalla sconvolgente prova di Zapata, colpevole (tra l’altro) di aver letteralmente procurato l’espulsione del compagno. Se il Milan ha subito 9 gol in 6 match la colpa non è solo di Romagnoli, che senz’altro è chiamato a riscattarsi dopo la sosta, ma frutto dei farraginosi equilibri di un Milan senza identità. Salviamo il soldato Alessio, almeno dalle accuse dei giornali di bassa fattura, prima che di Romagnoli si faccia un capro espiatorio.

Un altro che il Milan lo ha spaccato in due è senz’altro Mario Balotelli, bravissimo ad Udine e un po’ meno a Genova. Non si fa che discutere della scelta di Mihajlovic di aver puntato sul ribelle di Brescia rispetto ad uno tra Bacca e Adriano. Fa clamore del resto che il miglior colpo del Milan sia stato un prestito gratuito con mezzo ingaggio pagato dal Liverpool, a fronte di una campagna acquisti da 90 milioni. Che qualcosa non funziona e non quadra pare ovvio. Ad oggi diciamo Balotelli sì, consapevoli che con la sua ingombrante personalità ed il suo stile di gioco le altre punte finiscano con lo spuntarsi un po’.

Leggi anche: