Milan-PSV 3-0: pagelle dei rossoneri, ottimo Boateng

Il Milan riesce ad accedere alla fase a gironi di Champions League grazie ad una gara giocata con lo spirito giusto, degno di quel Milan che in Europa è riuscito sempre ad affermarsi a grandissimi livelli. Una prova davvero encomiabile per i rossoneri che ce l’hanno messa tutta per mettere k.o. un PSV che mai è stato domo in tutti i 180 minuti.

Massimiliano Allegri

Nel dettagli vediamo le pagelle dei calciatori rossoneri, protagonisti della sfida contro gli olandesi a San Siro:

ABBIATI 7: si fa perdonare delle prime incertezze di stagione contro il PSV all’andata e a Verona, dopo le quali in molti chiedevano la sua sostituzione. In realtà ha sempre mostrato il suo attaccamento ai colori e sfornare una prestazione del genere in una gara così decisiva ne è solo la prova tangibile: salva almeno tre volte il risultato, spesso anche con interventi sicuri e voli plastici…a soli 36 anni!

ABATE 6: non colpisce particolarmente la sua prestazione, come avvenuto in precedenza, è sempre attento a contenere l’ottimo esterno mancino Brenet che però molto spesso ha libertà e spazio per arrivare al cross. Può fare molto di più il biondo terzino della Nazionale di Prandelli.

MEXES 6,5: anche per lui una prova importante e soprattutto in cui può mostrare che il Mexes disattento di Verona non sarà una costante della stagione. Attento e preciso in molti interventi, nessun fallo cattivo e soprattutto grande capacità comunicativa con i compagni: potrebbe diventare il pilastro della difesa del Milan in questa stagione.

ZAPATA 6: non una prestazione memorabile, ma certamente riesce a essere una ottima spalla per Mexes il quale può sempre contare su di lui. A tratti si fa scappare Matavz e successivamente Toivonen, ma nel complesso una prova abbastanza positiva.

DE SCIGLIO 6,5: un motorino sulla fascia mancina, dove riesce sempre a mettere in difficoltà il malcapitato Willems. Molto rapido e soprattutto capace di duettare a meraviglia con El Shaarawy divenendo una spina nel fianco per gli uomini di Cocu: che il Milan dopo anni di ricerca abbia trovato l’esterno mancino che cercava?

DE JONG 6: i postumi dell’infortunio patito in Olanda sono evidenti, non è al top e soprattutto non è il solito faro del centrocampo rossonero, capace di bloccare ripartenze e dare il là alla manovra offensiva. Decisivo sempre nel possesso palla, abile nel recuperare palloni, ma talvolta leggero contro il duro Schaars che in tutta la partita ha messo in difficoltà il Milan. Spesso sofferente.

MUNTARI 6: non brilla il mediano ghanese, ma la sua sostanza e robustezza in mezzo al campo, assieme a De Jong è certamente punto forte della squadra di Allegri. Rossoneri che soffrono spesso Schaars, come detto, ma anche gli inserimenti di Wijnaldum, ma che comunque pagano la forma non eccelsa di De Jong e del centrocampista ex Portsmouth ed Inter.

MONTOLIVO 6,5: sempre ordinato a centrocampo e buono nella fase di manovra offensiva in cui è il faro per i rossoneri. Ottimi spunti per lanciare gli attaccanti ma soprattutto per non disperdere alcuni palloni recuperati da De Jong e Muntari.

EL SHAARAWY 7: è tornato il solito “Faraone”, lontano anni luce da quello spento e passivo di Verona. Gioca su ogni pallone e corre come un dannato in tutte le azioni: giocatore che può fare le fortune del Milan grazie anche al suo estro e alle sue doti tecniche che per pochissimo non lo portano alla rete. Meritava di gran lunga il gol.

BALOTELLI 7: mezzo punto in meno per l’ammonizione, seppur giustificata dal fatto che blocca una azione offensiva del PSV. Giocatore sempre decisivo in attacco e capace con i suoi lanci di creare scompiglio da solo nella difesa avversaria. Il Milan potrà avere davvero un futuro felice grazie a lui e il Faraone.

BOATENT 7,5: che sia tornato il solito Boateng? Presto forse per dirlo, ma il ghanese stasera sembrava essere quello di due anni fa. Si è rivisto l’effetto Ibrahimovic, questa volta con Balotelli capace sempre di affiancarlo: che il calciatore ex Borussia diventi il terzo punto fisso dell’attacco rossonero? a lui sono legati vari dilemmi circa gli schieramenti del Milan proprio perché il Boateng dell’anno scorso non serve ai rossoneri.

Leggi anche -> Milan-PSV 3-0: risultato finale a San Siro

Leggi anche -> Champions League, domani a Nyon i sorteggi dei gironi

Leggi anche -> Milan-PSV: i tifosi chiedono rinforzi e dicono no a…(Foto)